vai al contenuto
Ti trovi in: Abbinamenti cibo-vino

Vinoarte.it

Arte e Vino



Abbinamenti cibo-vino

Il migliore abbinamento si ottiene quando si raggiunge il perfetto equilibrio ed armonia tra tutte le sensazioni percepite durante la degustazione.

Abbinamento per contrapposizione

Solitamente, ad un cibo, si contrappone un vino con caratteristiche opposte.

Ad esempio, un piatto particolarmente grasso come lo zampone verrà abbinato ad un vino fresco (nel senso di acidità) che contrasti l’untuosità del cibo, ripulendo la bocca e alleggerendo la pesantezza dell’alimento.

Inoltre, il corpo del vino, deve essere adeguato alla struttura del cibo e quindi ad esempio, un piatto strutturato e molto elaborato, va abbinato ad un vino altrettanto complesso e strutturato, magari invecchiato, che possa cioè non essere sovrastato dalla personalità del cibo. Mentre, un piatto leggero e poco elaborato, si abbinerà bene ad un vino giovane e leggero.

Abbinamento per concordanza

In alcuni cibi il sapore dolce tende a prevalere, soprattutto nel caso dei dessert e dolci in generale. Poiché non esistono vini secchi che possono equilibrare il contenuto zuccherino del piatto, si abbina un vino dolce.

CIBO   VINO
CONTRAPPOSIZIONE
     
TENDENZA DOLCE ---------> "DUREZZA" (acidità, sapidità)
"DUREZZA" ---------> "MORBIDEZZA"
UNTUOSITA’ ---------> tannicità alcolicità
SUCCULENZA ---------> tannicità alcolicità
GRASSEZZA ---------> acidità, sapidità, effervescenza
     
     
CONCORDANZA
     
DOLCEZZA ---------> DOLCEZZA
PERSISTENZA GUSTO/OLFATTIVA ---------> PERSISTENZA AROMATICA
STRUTTURATO ---------> DI CORPO